biolitec® in the venous therapy

Minimally invasive laser therapy of venous insufficiency

ELVeS® Radial®

Diagnosi accurata e trattamento delicato delle vene varicose tramite una terapia laser innovativa

Dr. Manuela Jakob Bad Homburg

La Dott.ssa Manuela Jakob di Bad Homburg è una specialista in medicina interna e flebologa ed è specializzata nella ricerca e nel trattamento delle malattie vascolari. Tra queste rientrano anche la diagnosi e il trattamento delle vene varicose.

Circa un adulto su cinque in Germania soffre di vene varicose. Si tratta, in questo caso, non soltanto di un problema estetico, bensì anche di un problema medico, che non dovrebbe essere ignorato a lungo termine in nessuna circostanza. Con il termine “vene varicose” s’intendono le vene dilatate del sistema nervoso superficiale. Comportano la chiusura non corretta delle valvole venose e l’accumulo di sangue nelle vene. Sintomi come rigonfiamenti o una sensazione di tensione e pesantezza nelle gambe ne sono spesso la conseguenza. Nello stadio avanzato, infine, possono verificarsi alterate colorazioni della cute, cicatrizzazioni della pelle, infiammazioni delle vene superficiali e persino “ulcere delle gambe”.

Domanda: Dott.ssa Jakob, a colloquio con il paziente come si accorge se un individuo è potenzialmente affetto?

Risposta: La prevenzione e la diagnosi precoce delle malattie vascolari per me hanno un valore importantissimo. Sotto l’egida del motto “Vene sane a lungo termine grazie alla prevenzione e alla terapia moderna per le vene”, informiamo e forniamo consulenza ai nostri pazienti. Dedichiamo del tempo sufficiente per trovare insieme al paziente un approccio terapeutico ottimale. Ed è proprio nel caso dei cosiddetti pazienti a rischio che entrano in gioco terapie mini-invasive delicate, come ad esempio la terapia laser.

Domanda: Come procede all’inizio?
Risposta: Un primo sguardo alle gambe dice molto, ma non tutto. Le vene varicose sono vene del sistema nervoso superficiale; tuttavia, non tutte le vene superficiali sono visibili a occhio nudo. Al giorno d’oggi, la diagnosi delle vene varicose viene eseguita, di norma, con un esame ecografico con codifica a colori.

Domanda: Che cosa si vede con esattezza nell'esame ecografico con codifica di colori?
Risposta: Le vene possono essere rappresentate nel loro complesso. In questo modo, si osservano la dilatazione del vaso e lo spessore della parete. Oltre alla rappresentazione cromatica del vaso sanguigno è anche possibile valutare la direzione del flusso ematico e, pertanto, stimare il funzionamento delle valvole venose. Di conseguenza, possiamo individuare rapidamente, ad esempio, in che misura è presente un’anomalia di funzionamento delle vene e/o delle valvole che, in fin dei conti, è la causa alla base della formazione delle vene varicose.

Domanda: Secondo lei, qual è la migliore terapia?
Risposta: Attualmente, numerose sono le procedure terapeutiche possibili. Nell’ambito della diagnosi, i pazienti ricevono naturalmente una spiegazione chiara ed esauriente della terapia idonea al caso e si discute l’eventuale necessità di sottoporsi a un intervento chirurgico in quel momento. Un grande vantaggio delle terapie delicate, quindi anche della terapia laser mini-invasiva, è l’esecuzione a livello ambulatoriale, quindi senza ricovero in ospedale. In linea di principio, anche la terapia laser può essere effettuata anche assumendo emodiluenti. Per questo motivo, molti dei miei pazienti, giovani o anziani, prediligono la terapia laser. Tuttavia, la procedura idonea può variare in base al paziente e/o agli esiti degli esami.

Domanda: Il laser come bisturi?
Risposta: Molto meglio. Con l’energia termica radiata dall’interno, le vene varicose vengono chiuse senza dolore e senza cicatrici. La vena malata non viene rimossa, bensì chiusa e gradualmente decomposta dal corpo. Non è necessaria l’anestesia totale. La terapia laser mini-invasiva ELVeS Radial™ di biolitec® porta, di norma, a una guarigione rapida. Il giorno dell’intervento i miei pazienti possono tornare a casa. Nella maggior parte dei casi non è necessario il ricovero in ospedale.

Domanda: Lei effettua gli interventi personalmente?
Risposta: Sì, per me è molto importante. Dopo la mia diagnosi conosco con precisione i possibili punti problematici. Eseguo gli interventi nel mio studio a Bad Homburg. Dal 1° luglio 2016 lavoriamo in nuovi ambulatori, decisamente più grandi, e disponiamo di una sala allestita appositamente.

 

Maggiori informazioni sono disponibili su: www.venendiagnostik-badhomburg.de

 


Cookies make it easier for us to provide you with our services. With the usage of our services you permit us to use cookies.
More information Ok